Trattoria romana: prova Giulio Pane Ojo a Milano

Se passate in zona Porta Romana, non potete non provare la fantastica trattoria romana sita a Milano, Giulio pane e ojo.

La trattoria romana Giulio pane e ojo nasce a Milano dal 1999 da un’idea di David Ranucci, erede della famiglia Ranucci, che si occupa del settore della ristorazione da un centinaio di anni. Questa trattoria romana milano è partita come un piccolo locale, mentre ora invece conta ben 4 sale. Il suo successo è dovuto alla capacità di riuscire a racchiudere un alto livello di qualità a un costo contenuto, offrendo un servizio sempre attento alle esigenze del cliente.

Questa trattoria romana si contraddistingue per i suoi sapori ricchi e tradizionali, tipici delle usanze laziali, tra cui i latticini, tra cui il famoso pecorino romano e la ricotta, le carni tenere e saporite, le verdure e gli ortaggi freschi e di stagione. Il menù contiene una ricca scelta, e potrete scegliere tra i menù del giorno con delle proposte per il pranzo, oppure lasciarvi tentare dalle tante proposte presenti: dai salumi di Viterbo ai bucatini all’amatriciana, fino ai saltimbocca alla romana e ai dolci fatti in casa. Inoltre, tra le tipologie di primo, potrete anche scegliere di assaggiare l’ottima pasta fatta in casa, e di accompagnare il tutto da i migliori vini italiani. Anche la location rende sua la “romanità” e la esprime con i toni del giallo dando vita ad un’atmosfera intima, calorosa e familiare, tipica della capitale.

Tutti gli ingredienti sono di origine italiana e vengono accuratamente selezionati per garantire la massima qualità dei piatti offerti, sapientemente preparati da chef esperti e qualificati. La trattoria romana a Milano permette di condividere con i propri cari un pasto ricco e abbondante, ma soprattutto buono.

Potrete assaggiare la squisita cucina romana di Giulio pane e ojo tutti i giorni, sia a pranzo che a cena.

 

 

Ricette con il baccalà: scopriamone alcune

Il baccalà è il merluzzo che, appena pescato, viene messo sotto sale direttamente sui pescherecci per consentirne la conservazione a lungo. Oltre alla famosa ricetta del baccalà mantecato, possiamo cucinare il baccalà in tanti modi diversi, vediamo dunque qualche ricetta super sfiziosa. 

Baccalà alla Vicentina 

La tradizione culinaria riconosce la ricetta del baccalà alla vicentina nonostante l’imprecisione terminologica: infatti quello alla vicentina è stoccafisso, ovvero baccalà essiccato. Il baccalà alla Vicentina viene cotto nel latte e nell’olio extravergine d’oliva: fate attenzione che questi due ingredienti siano in quantità uguali in modo da ottenere una crema densa. Per una ricetta veneta a tutti gli effetti, accompagnate questo piatto con la polenta, così potrete fare la scarpetta con il sugo cremoso del baccalà. 

 

Baccalà alla Fiorentina 

Il baccalà alla Fiorentina è un classico della tradizione gastronomica toscana, veloce ed estremamente saporito. E’ un piatto rustico che consiste nel cuocere il baccalà già ammollato in umido con il pomodoro e vari aromi. Ideale da gustare con un calice di Grillo siciliano, ricco di note fruttate tropicali, equilibrato e armonico. Semplice, proprio come questo piatto. 

 

Baccalà alla cappuccina 

La ricetta del baccalà alla cappuccina, diffuso in Friuli Venezia Giulia e parte del Veneto. La presenza di sapori “dolci” come l’uva passa e la cannella, richiama chiaramente il periodo medievale e rinascimentale, quando non vi era una netta distinzione tra piatti dolci e salati. La ricetta si è naturalmente evoluta nei secoli, ed oggi ogni famiglia può vantare delle modifiche al piatto originario. 

 

Baccalà in cassuola 

La ricetta del baccalà in cassuola si tramanda di generazione in generazione e affonda le sue radici a Napoli. Unisce tutti i sapori tipici del mediterraneo e ci sono moltissime varianti nell’utilizzo di aromi, dall’aglio al rosmarino, dalla salvia alla cipolla. Il Natale partenopeo si celebra quindi con il gusto intenso del baccalà unito al sapore deciso dei capperi e delle olive nere. 

Perchè rivolgersi al fabbro per l’apertura delle casseforti 

Disporre di una cassaforte nella propria abitazione si sa, è quanto di più sicuro possa esserci per custodirvi documenti e beni privati come gioielli, denaro, ecc. Sono in molti a decidere di farsi installare una cassaforte in casa propria. Questo però significa anche essere consapevoli che come ogni dispositivo, più o meno tecnologico, può andare incontro a problematiche e richiedere un urgente servizio di apertura casseforti. La cassaforte è dunque un accessorio robusto ma anche molto sofisticato per cui possono insorgere problemi di cassaforte bloccata quindi subentra un bel problema da risolvere! Non disperare!

Nel caso di casseforti bloccate occorrerà semplicemente contattare esperti ed abili  Fabbri a Torino,  in grado di effettuare servizi  Professionali e Rapidi di apertura casseforti bloccate a Torino, senza arrecare alcun danno alla tua preziosissima cassaforte!Basta rivolgerti ad un fabbro cologno monzese esperto in grado di effettuare servizi di apertura casseforti bloccate, senza forzarle o romperle in alcun modo.

Spesso può capitare di dover sostituire la serratura, di smarrire o dimenticare la combinazione oppure di avere un’urgente necessità di aprire una cassaforte difettosa e un fabbro specializzato è la risposta ai tuoi problemi di cassaforte! Un bravo fabbro è in grado di aprire qualunque tipo di cassaforte, nella maggior parte dei casi anche senza alcuno scasso, quindi provvedendo ad aprirla senza danneggiarla.

Gli interventi di apertura cassaforte sono molto veloci e si possono richiedere SOS fabbro 24h in qualsiasi giorno dell’anno. Si possono aprire casseforti a combinazione, con chiave e tutte le altre tipologie, anche quelle più moderne e tecnologiche oppure quelle che vengono inserire all’interno di un muro. Il tutto sempre in tempi estremamente molto brevi. L’apertura di una cassaforte oggi infatti può essere realizzata in poco tempo e, a meno che la serratura non abbia riportato danni seri, non sarà necessario procedere alla sostituzione della cassaforte. 

Hotelamisano.it: il sito di riferimento per la ricerca di hotel a Misano 

Misano Adriatico è collocata a breve distanza dal pittoresco entroterra marchigiano-romagnolo, che per il turista può diventare una buona occasione per rendere la propria vacanza più attiva ed entusiasmante, all’insegna di visite a stampo culturale, storico ed artistico. Se stai cercando il tuo hotel a Misano e non vuoi spendere troppi soldi, allora faresti bene a frequentare i siti giusti come ad esempio https://www.hotelamisano.it/ e scoprire tutte le varie offerte presenti.

Misano è proprio una città che merita una visita! Ideale per una vacanza in famiglia, Misano Adriatico è meta di numerosi sportivi attratti dalle manifestazioni e dagli incontri periodicamente organizzati. Non solo sport: la zona balneare è ideale per le famiglie che cercano una vacanza distensiva a misura di bambino, ma anche per i gruppi di amici di ogni età che abbiano voglia di svagarsi, divertirsi nei locali della riviera e lasciarsi contagiare dalla solarità della gente di Romagna.

La spiaggia, di sabbia soffice e dorata, è bassa, ampia e ha un fondale sicuro, perfetto per i più piccoli o per le lunghe passeggiate con i piedi nell’acqua. Qui si rilassano gli amanti della tintarella, ma i luoghi rilassanti in cui prendere il sole sono tantissimi e diversi, sparsi per la cittadina: è piacevole sedersi lungo il molo o sugli scogli frangiflutti, magari osservando un pescatore alle prese con la canna e le sorprese del mare. Su www.hotelamisano.it trovi tutti gli hotel di Misano presenti nella zona, da 1 stella fino a 5 con allettanti offerte da prenotare immediatamente!

Cogliere le occasioni dell’ultimo minuto è un ottimo modo per vivere lo spirito della costa romagnola, a partire dalla qualità dei servizi presenti in spiaggia per continuare con le possibilità offerte dalle attività escursionistiche dell’entroterra. Per chi sceglie Misano Adriatico come propria meta di vacanza, ci si da l’occasione di visitare città famose per la loro storia e per ciò che hanno dato a livello culturale: San Marino, Rimini ed Urbino ne sono un esempio eclatante. 

Scopriamo quali sono i box doccia a prezzi competitivi 

Il box doccia ormai è diventato l’elemento più diffuso per la nostra igiene, infatti ormai, sono poche le persone che acquistano la vasca, soprattutto se si ha la possibilità di avere solo un bagno. Solitamente la vasca viene scelta per un secondo bagno o comunque solo nel caso in cui si ha molto spazio a disposizione. La doccia è uno degli elementi chiave in bagno; consente infatti di rigenerarsi dopo una giornata di lavoro o di dare la giusta carica al mattino.

Il box doccia è composto essenzialmente da un piatto doccia e da una comoda cabina a vetri, all’interno del quale è possibile godersi piacevoli momenti di benessere. Le caratteristiche di questo prodotto variano a seconda dei materiali utilizzati, delle dimensioni e della prestazioni svolte. La scelta del box doccia non è però così scontata, dato che gli elementi da valutare sono molteplici: forma, dimensioni, materiali e tipologia di apertura. Ciò che può influenzare notevolmente i box doccia prezzi, facendoli arrivare anche a costi molto elevati e non sempre accessibili a tutti.

Sono disponibili molti tipi di box doccia a prezzi molto competitivi sul mercato come i Box ad Apertura Battente, Apertura Semicircolare e Apertura a Saloon. Inoltre, potrai trovare diversi tipi di Cabine Doccia e tutti gli accessori di cui hai bisogno. Fortunatamente, anche per chi vuole acquistare un box doccia economico, il mercato offre tante soluzioni con un ottimo rapporto qualità prezzo che possono migliorare la quotidianità, senza spendere cifre esorbitanti.

box doccia prezzi in cristallo temperato di dimensioni standard (80 x 80 cm) costa circa 100 euro. I box doccia più piccoli paradossalmente costano di più: è il caso dei box doccia angolari 70 x 70 cm, molto usati nei bagni piccoli, che hanno prezzi maggiorati di circa il 20% come un box doccia cristallo su misura. I modelli angolari 90 x 90 cm o angolari semicircolari costano in media 240 euro. Prezzi un po’ più alti per i modelli con apertura a soffietto, che costano circa 290 euro.  

L’allarme per i ponteggi edili: perchè dovresti installarlo nel tuo cantiere

E’ ormai risaputo che i ponteggi possano costituire una particolare situazione di vulnerabilità. Capita sovente che le impalcature addossate al perimetro di edifici abitati in fase di ristrutturazione esterna vengano sfruttate da malintenzionati che ne approfittano per compiere dei furti. Infatti, i ponteggi costruiti a fianco di case rappresentano l’occasione ideale per malintenzionati di compiere furti sia di materiale e attrezzature da lavoro sia nelle case.

Al fine di ottenere un’effettiva sicurezza, è necessario adottare un adeguato allarme per ponteggi edili. Per questo motivo sono sempre più utilizzati i sistemi di allarme per ponteggi edili, sia nel caso di grandi cantieri, ma anche per le piccole ristrutturazioni di singole abitazioni. I metodi tradizionali per la prevenzione di intrusioni nei cantieri, come l’illuminazione durante le ore notturne, non sono sufficienti né per i cantieri grandi né per quelli piccoli.

L’allarme per ponteggi edili è in grado invece di segnalare la presenza di persone nelle aree di lavoro al di fuori di orari stabiliti. Possono essere installati in modo semplice e veloce. I sistemi d’allarme per ponteggi edili sono valide soluzioni per risolvere il problema dei furti in cantiere e nelle abitazioni. Questi impianti, progettati appositamente per le esigenze dei cantieri edili, sono dotati di appositi rivelatori testati per essere installati in ambienti così mutevoli, proteggendo la salita attraverso il ponteggio oltre che eventuali mezzi ed attrezzature di alto valore economico.

Questi sistemi d’allarme per ponteggi edili sono molto semplici da installare ed allo stesso tempo efficienti, nonché disponibili a noleggio. Consentono dunque di rilevare e segnalare la presenza di persone estranee, quando queste si introducono nelle zone protette al di fuori degli orari di lavoro, offrendo sicurezza agli abitanti degli edifici e all’impresa che esegue i lavori e prevenendo gli imprevisti di percorso. Per questo motivo è sempre più consigliato munirsi di questi impianti. 

Divani per esterni in rattan, naturale o sintetico? 

Il rattan naturale è senza dubbio uno dei materiali più utilizzati nella produzione di divani per esterni. E’ incredibilmente forte, utilizzato per realizzare mobili per secoli, non si scheggia, ed ha una durata eccellente in grado di resistere anche alle condizioni climatiche più difficili. La fibra proviene da una pianta asiatica ed la migliore tra le varie fibre naturali perché ha la virtù di non scheggiarsi, infatti viene adoperata per la costruzione di alcuni attrezzi per le arti marziali.

Tenendo conto di tutti questi vantaggi, si potrebbe chiedere perché abbiamo visto un aumento di arredi per esterni in rattan sintetico negli ultimi anni? La ragione principale è il costo: i divani per esterni in rattan naturale sono senza dubbio più costosi rispetto a quelli sintetici. L’altro grande vantaggio del rattan sintetico o polyrattan è il fatto che non è suscettibile a plasmarsi come quello naturale, ed è molto facile da pulire con acqua tiepida e detersivo liquido.

divani per esterni in rattan sintetico (https://www.unikoliving.it/divani-da-esterno) sono più resistenti di quelli in rattan naturale, motivo per cui questo materiale è diventato così popolare nella costruzione di arredi per esterni. I divani non sono solo i consueti a due o più posti ma il mercato del settore ne propone alcuni angolari. La scelta è davvero vasta e tante persone rimangono affascinate da questa fibra che ha un prezzo ragguardevole ma che vale fino all’ultimo centesimo che si spende.

L’arredamento outdoor in rattan è solido ma non indistruttibile quindi bisogna provvedere ad un’adeguata manutenzione. Per prima cosa le fibre vanno liberate dalla polvere che si forma nelle trame. Questa operazione va eseguita usando un aspirapolvere con bocchetta stretta da posizionare in prossimità degli intrecci. Se si formano macchie difficili da eliminare si può provare a passare una soluzione di olio di lino con un battutolo morbido di cotone sulla zona interessata. 

4 motivi per scegliere il noleggio stampanti

Il noleggio stampanti è un servizio che permette l’utilizzo dei prodotti, comprensivi di assistenza di un tecnico qualificato e materiali di consumo (toner, cartucce, ricambi) grazie al pagamento di un canone mensile. Ormai sempre più aziende e liberi professionisti usufruiscono della formula contrattuale del noleggio stampanti, con il vantaggio di dotarsi delle migliori tecnologie senza sostenere costi elevati. Ma quali sono i 4 motivi per cui tutti dovrebbero optare per il noleggio?

Vantaggio fiscale

Noleggiare una stampante consentirà di avere il vantaggio fiscale di poter detrarre interamente i canoni del noleggio in un periodo molto più breve di quello minimo fiscalmente previsto dal leasing (locazione finanziaria). Dal punto di vista fiscale il bene non deve essere ammortizzato, perché rimane di proprietà dell’azienda locatrice, e non viene iscritto a bilancio, mentre il canone periodico rappresenta un “costo” fiscalmente deducibile.

Evoluzione tecnologica

Dal punto di vista tecnologico chi opta per il noleggio stampanti monza non deve assumersi i rischi di una rapida obsolescenza del bene, potendo quindi mantenere sempre moderni ed efficienti i mezzi necessari a svolgere la propria attività. Sarà sempre possibile valutare un adeguamento del canone e optare per una sostituzione del bene oggetto della stampante noleggiata.

Controllo dei costi

E’ possibile risparmiare con il noleggio stampanti. Infatti periferiche obsolete hanno consumi energetici elevati mentre le periferiche di nuova generazione hanno bassi consumi energetici e funzionalità integrate per un controllo ancora maggiore sui costi correlati al consumo di energia elettrica, e sui consumi di carta. Tuttavia, semplicemente l’avere un costo fisso predeterminato per tutta la durata contrattuale permette un controllo maggiore, perché il canone include l’assistenza, i toner, i ricambi, l’assicurazione.

Flessibilità contrattuale

Accedendo al noleggio si può accedere a contratti altamente personalizzabili e flessibili. Nel corso del noleggio esiste infatti la possibilità di sostituire e/o aggiungere altri beni configurando quindi un prodotto costruito esattamente sulle proprie esigenze, ma soprattutto modificabile nel corso del tempo.

Come arredare un bar di successo 

Per i baristi il proprio locale è più di un semplice luogo di lavoro. Non solo perché trascorrono gran parte della giornata a servire i clienti tra tavoli e bancone, ma soprattutto perché la nuova attività rappresenta il traguardo dell’indipendenza professionale e l’inizio di una nuova avventura. Per questo motivo è importante progettare un arredamento bar di successo in grado di realizzare delle atmosfere uniche e personalizzate. In che modo? 

 

L’estetica è importante 

Sicuramente bisogna iniziare dall’estetica dell’ambiente che conta almeno quanto la bontà del caffè. Stabilire dunque il design che si vuole dare al proprio bar è un buon punto di partenza. Si preferisce moderno e minimal? Country? O ancora, vintage, shabby chic, etnico? 

 

Dividere il bar in zone 

La clientela di un bar è molto varia: c’è chi entra solo per un caffè veloce al bancone, c’è che invece pensa al bar come a un luogo di appuntamento quotidiano con gli amici, c’è chi vuole sedersi, sorseggiare una tazza di tè e leggere un libro. Per questo devi fare in modo che il tuo bar sia adatto a ogni tipo di cliente. La soluzione migliore è quella di dividere l’ambiente in diverse zone. L’ideale sarebbe riuscire a creare 3 spazi: zona bancone, zona tavoli, zona “soggiorno”. 

 

Il bancone è l’elemento essenziale 

Oltre ad essere comodo per i clienti, il bancone di un bar deve essere anche bello da vedere: infatti non è solo il posto su cui vengono appoggiati caffè e cappuccini, ma è anche lo spazio dove si intrecciano relazioni con i propri clienti. 

 

L’arredamento dei mobili è un fattore da non tralasciare 

Non bisogna scegliere tavoli e sedie anonimi o di aspetto “misero”. Alla maggior parte delle persone non piacciono i bar con i classici tavoli e sedie di plastica poiché trasmettono tristezza. E’ quindi meglio optare per la realizzazione artigianale o comunque un arredamento bar che non rimanga inosservato. Ad ogni modo, anche un tavolo semplice può essere arricchito di stile con un dettaglio decorativo, come un centrotavola. 

 

Per maggiori informazioni rivolgiti a ABI Srl – Lo specialista dell’arredamento per bar Bergamo.

I corsi di formazione: cosa sono?

3I corsi di formazione, chiamati anche corsi di formazione lavoro, sono dei corsi professionali, spesso gratuiti o comunque convenzionati, organizzati e sponsorizzati dalla regione o dalla provincia di appartenenza. Questi corsi vengono tenuti da docenti professionisti in un determinato settore, che possono durare qualche settimana o a volte anche qualche mese, e generalmente vengono istituiti nelle ore serali, in modo tale da consentire a chiunque di parteciparvi. Nella maggior parte dei casi, i corsi di formazione a distanza e non, non sono dedicati agli occupati: infatti si tratta di corsi di formazione professionale che vengono organizzati ed istituiti per i disoccupati e per coloro che sono alla ricerca di un primo impiego.

L’obiettivo dei corsi di formazione a distanza e non è quello di aiutare le persone a crescere dal punto di vista professionale, fornendo loro uno strumento importante, che è la specializzazione in un determinato settore. Come anticipato in precedenza, questi corsi sono gratuiti a meno che non ci si rivolga ad istituti privati. La gratuità del corso è motivata dal fatto che vengono organizzati principalmente per i disoccupati, per coloro che hanno perso il lavoro o che sono alla ricerca di un primo impiego e sono sponsorizzati dalla regione o dalla provincia di appartenenza, mettendo a disposizione dei fondi per la partecipazione al corso.

Tipologie di corsi di formazione

Per chi è alla ricerca di lavoro, vengono istituiti dei corsi di qualificazione professionale o di orientamento professionale; invece, chi già lavora e vuole ampliare le proprie conoscenze dal punto di vista professionale, può frequentare dei corsi di aggiornamento. Vi sono inoltre dei corsi di formazione dedicati a chi già lavora e vuole migliorare il suo approccio personale al lavoro: si tratta dei corsi di formazione per migliorare la propria autostima, che sono utili principalmente a tutte quelle persone che vogliono avere una maggiore autonomia e maggiori stimoli dal punto di vista non solo lavorativo, ma anche umano e personale.

Se vuoi iscriverti a dei corsi di formazione a distanza  visita il sito di Unitalia (unitalia.eu).